Beni comuni: un manifesto by Ugo Mattei

By Ugo Mattei

Cosa hanno in comune lacqua potabile, una foresta, una piazza, con l. a. salute dei cittadini o i flussi di conoscenza che scorrono nella rete? los angeles risposta è che in tutti i casi si tratta di ‘beni comuni non appropriabili né da privati né dallo Stato. È paradossale che una evidenza così lampante solo da qualche anno concentri lattenzione di un numero crescente di giuristi, filosofi, antropologi, fino a diventare oggetto di un vero e proprio manifesto come questo. Roberto Esposito, l. a. RepubblicaQuesto Manifesto si propone di a ways emergere in piena luce il ‘potenziale rivoluzionario della nozione di ‘beni comuni. Con scrittura chiara e accattivante, Mattei guida il lettore alla scoperta delle different modalità con cui il ‘saccheggio dei beni comuni opera e alla conoscenza dei movimenti più significativi che hanno prefigurato nuovi scenari. Sandro Mezzadra, il manifesto

Show description

Read Online or Download Beni comuni: un manifesto PDF

Similar italian books

Probabilità Statistica e Simulazione: Programmi applicativi scritti con Scilab

Il quantity contiene in forma compatta il programma svolto negli insegnamenti introduttivi di statistica e tratta alcuni argomenti indispensabili in line with l'attivit`di ricerca, come advert esempio i metodi di simulazione Monte Carlo, le process di minimizzazione e le tecniche di analisi dei dati di laboratorio.

Extra resources for Beni comuni: un manifesto

Sample text

Se i beni comuni sono liberi, i bisogni che mamitè essi possono soddisfarsi non sono paganti, salvo che il diritto li renda artificialmente tali attraverso processi dr pivatizzazione degli stessi beni comuni. ). Llacqua è un bene comune perché si trova libera in natura e, come l'aria, presiede alla soddisfazione dello stesso diritro alla vita. Il diritto, prwatizzando la sanità o l'acqua, può rendere artificialmente pagarfiii bisogni di bene comune, rendendo improwisamente evidente a tutti quanto essi valgano.

Si può rendere quest'idea con la locuzione <. I1 comune non è solo un oggetto (un corso d'acqua, una foresta, un ghiacciaio), ma è anche una categoria- dell'essere, del rispetto, dell'inclusione e della qualità. E una categoria autenticamente relazionale, fatta di rapporti fra individui, comunità, contesti e ambiente. In altri termini, il comune è categoria ecologicoqualitativa e non economico- quanti tativ a, come proprietà e sovranità statale. Per questo il comune non è riducibile a un diritto (categoria dell'avere: io ho un diritto), ma si collega inscindibilmente con la possibilità effettiva di soddisfazione di diritti fondamentali, che è ad un tempo esperienza di soddisfazione soggettiva e di partecipazione oggettiva ad una comunità ecologica.

Il comune è invece nozione che può comprendersi solo in autentica chiave fenomenologica e olistica, ed è quindi incompatibile con la logica riduzionistica dell'avere (e del potere). Si può rendere quest'idea con la locuzione <. I1 comune non è solo un oggetto (un corso d'acqua, una foresta, un ghiacciaio), ma è anche una categoria- dell'essere, del rispetto, dell'inclusione e della qualità. E una categoria autenticamente relazionale, fatta di rapporti fra individui, comunità, contesti e ambiente.

Download PDF sample

Rated 5.00 of 5 – based on 11 votes