Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità by Yuval N. Harari

By Yuval N. Harari

Show description

Read or Download Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità PDF

Similar italian books

Probabilità Statistica e Simulazione: Programmi applicativi scritti con Scilab

Il quantity contiene in forma compatta il programma svolto negli insegnamenti introduttivi di statistica e tratta alcuni argomenti indispensabili in step with l'attivit`di ricerca, come advert esempio i metodi di simulazione Monte Carlo, le process di minimizzazione e le tecniche di analisi dei dati di laboratorio.

Extra resources for Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità

Sample text

Ma, se fosse stato così, la famiglia dei felini avrebbe prodotto anche esemplari in grado di fare calcoli. Come mai il genere Homo è il solo, nell’intero mondo animale, ad avere concepito queste poderose macchine del pensiero? Non c’è dubbio che un cervello grosso è un bel peso per il corpo. Non è facile portarselo in giro, specie se è inscatolato in un cranio massiccio. E ancora più impegnativo è il problema di alimentarlo. Nell’Homo sapiens il cervello vale circa il 2-3 per cento del peso corporeo totale, ma consuma il 25 per cento dell’energia del corpo quando questo è in stato di riposo.

Via via che aumenta il numero degli scimpanzé di un branco, l’ordine sociale si destabilizza, portando infine alla rottura e alla formazione di un nuovo branco da parte di qualcuno degli animali. Solo in una manciata di casi gli zoologi hanno osservato gruppi con più di cento componenti. Di rado i gruppi separati cooperano, piuttosto tendono a competere per il territorio e per il cibo. I ricercatori hanno documentato prolungati stati di guerra tra gruppi, e anche un caso di attività “genocida” in cui un branco ha massacrato sistematicamente quasi tutti i membri di un gruppo confinante3.

Poiché i Neanderthal e i Denisova hanno contribuito solo con una piccola quota di DNA al nostro genoma attuale, è impossibile parlare di una “fusione” tra Sapiens e altre specie umane. Benché le differenze tra di esse non siano state così enormi da impedire del tutto una congiunzione fertile, lo furono però abbastanza per rendere molto rari questi contatti. Come dovremmo quindi intendere le relazioni biologiche tra Sapiens, Neanderthal e Denisova? Chiaramente non erano specie totalmente differenti tra loro come lo sono i cavalli e gli asini.

Download PDF sample

Rated 4.03 of 5 – based on 40 votes